Video

Video

La linea per Fiumicino, Trastevere Scalo e il Porto fluviale

video
Riprendiamo il racconto ferroviario, elencando per rapidi cenni gli sviluppi successivi della rete. Il contenzioso in tribunale per l’ultima tratta della ferrovia per Civitavecchia (1856) si trascinerà per anni, e il previsto capolinea all’Arsenale pontificio di Porta Portese alla fine non verrà mai realizzato. In quattro anni (1863) si è malapena...

L’Osteria del Cardinale: storie di vino, stornelli, zuavi e coltelli

video
Al pianterreno del Casale Jacobini, a metà Ottocento, si trova una posta per il cambio dei cavalli lungo la via Portuense, mentre al piano superiore si trova una celebre osteria: l’Osteria del Cardinale. Una ripida rampa a scalini, che esiste ancora oggi, mette a dura prova gli avventori che abbiano ecceduto nel bere. L’osteria...

L’Anello ferroviario e il Ponte di ferro

video
Con l’apertura al traffico delle prime due linee pontificie – la Porta Maggiore-Frascati (1856) e la Porta Portese-Civitavecchia (1859) – l’impresa ferroviaria di Pio IX non è terminata, anzi è solo all’inizio. Mentre i primi treni portano i Romani a villeggiare ai Castelli e al mare, sono in piedi altri alacri cantieri: la ferrovia...

Pio IX cambia tutto, perché tutto resti com’è

video
12 aprile 1850, Pio IX torna a Roma. È di nuovo il papa-re e ha le mani finalmente libere per riprendere in mano i progetti di modernizzazione: benedice le nuove invenzioni del telegrafo e del francobollo; ammoderna acquedotti, bonifica paludi, fonda ricoveri per indigenti; abbozza un primo embrionale sistema di previdenza sociale. Di pari passo, però, abroga...

Alle grotte di Ponte Pisano: il tesoro dei nazisti in fuga

video
La notte del 31 maggio 1944 i soldati tedeschi cominciano l’evacuazione del Genio militare della Magliana. La partenza avviene senza testimoni: gli abitanti delle case popolari sono rinchiusi tra le mura domestiche, per via del coprifuoco. Venditti racconta di un trasferimento non visto ma chiaramente percepito, “nell’oscurità totale, con il fiato sospeso”. Tutti “sentono il lento procedere...

Il partigiano Giuseppe Testa e il territorio libero di Morrea

video
Abbiamo lasciato il 19enne Peppino Testa l’8 settembre 1943, mentre sale su un camion dei Granatieri di Sardegna. Che fine ha fatto? I giorni che seguono sono convulsi: già l’indomani Peppino partecipa agli scontri armati di Monterotondo, dove viene arrestato. Riesce a liberarsi, si dà alla macchia. Poco dopo lo ritroviamo a Morrea, il...

Tu-tu-tu-tùm, qui Radio Londra (l’evasione di Sandro Pertini)

video
Il 1944 è un anno durissimo, tra paura e fame. Un bambino di allora, Émile Venditti, rimpatriato da Marsiglia, è testimone di quelle sofferenze. Le racconterà anni dopo, nel libro Il Trullo 1939-1989: “La razione giornaliera del pane è 100 grammi a persona”, scrive. “Si vive di tessere annonarie e razioni. L’oscuramento e il...

Bandiera bianca a Forte Ostiense. La battaglia a Porta San Paolo

video
Con l’imbrunire del 9 settembre intanto, sul ponte della Magliana, la battaglia si riaccende. I tedeschi lanciano un attacco in forze sulla via Ostiense, per aprirsi la strada verso il centro città. Sotto Forte Ostiense i granatieri oppongono una fiera resistenza a colpi di fucile 91 e raffiche di fucile mitragliatore. Contemporaneamente i tedeschi...

8 settembre 1943: attacco al Quinto caposaldo

video
È l’8 settembre 1943. E non è un giorno qualsiasi. Alle ore 19:45 parla alla radio il nuovo capo del Governo, generale Pietro Badoglio (1871-1956): “Riconosciuta l’impossibilità di continuare la impari lotta contro la soverchiante potenza avversaria…”, l’Italia ha chiesto l’armistizio agli Eserciti Alleati. “La richiesta è stata accolta”. Poi però Badoglio, con parole sibilline, lascia intendere...

“È arrivata la bufera, è arrivato il temporale…”

video
Dall’estate 1943, intanto, la situazione si complica ancora. Gli Americani sono sbarcati in Sicilia, il 19 luglio Roma è bombardata e il 25 luglio Mussolini è sfiduciato dal Gran consiglio del Fascismo e tratto in arresto. La situazione si fa incandescente. Giuliano Vassalli decide che quello è il momento giusto per passare all’azione: in...

Le “case popolarissime” della Borgata Ciano

video
Torniamo ora indietro di un paio di anni, per raccontare un altro intervento di regimazione idraulica. Anche le case popolari del Trullo nascono infatti imbrigliando le acque, strappando un lembo di terra a un acquitrino paludoso, nella stretta vallata del torrente Affogalasino. Fino al 1939 nell’area la popolazione è minima: una manciata butteri assediati...

Il Drizzagno: Mussolini sposta il Tevere a colpi di dinamite

video
Il fiume Tevere è inquieto: nei giorni 14, 15 e 16 dicembre 1937 si registra un costante stato di intumescenza, con piogge ininterrotte. L’indomani 17 dicembre, alle 9 di sera, il Tevere raggiunge il suo record storico: +16,90 metri sopra il livello di Ripetta. In città per fortuna non si registrano grandi problemi: l’Isola...

La freccia verso il mare: il quartiere E42 e l’Idro-aeroscalo

video
Nel 1935, nentre Nervi e Bonelli lavorano alacremente ai rispettivi progetti, il nuovo governatore di Roma Giuseppe Bottai (1895-1959) pianifica la costruzione di un nuovo quartiere: l’Eur. Il nuovo abitato ospiterà una grandiosa esposizione internazionale delle scienze e delle arti, voluta da Mussolini in persona per celebrare i venti anni della sua Marcia su...

Villa Bonelli e Villa Vignarola, perle dell’eclettismo romano

video
Quella tra i due vicini, Bonelli e Nervi, sembra quasi una gara del talento: due uomini con due visioni antitetiche del mondo, ma con il medesimo obiettivo di riempirlo di bellezza. Anche Bonelli infatti, intorno al 1934, si improvvisa costruttore, trasformando i due casali della sua tenuta – la casa Balzani e il casale...

Pier Luigi Nervi: forza e grazia del ferrocemento

video
Arriva il 1932. La vedova Bianchi se ne va dalla Casetta rossa, senza neppure avvisare Bonelli, che pure pagherebbe oro per avere il suo terreno. La vedova ha preferito vendere a un forestiero. Bonelli, livido di rabbia, si affaccia alla Casetta rossa per conoscere il nuovo vicino. Sbircia l’insegna affissa fuori: “Nervi & Bartoli...

La grande piena del 1929 scavalca l’Argine

video
Roma, intanto, si avvicina alla tenuta di Bonelli. Dal 1927 l’autobus 202 fa capolinea a Vigna Pia; il 202 militare arriva al Forte Portuense. In seguito si aggiungeranno il 210 per vicolo Affogalasino (attuale Trullo) e il 228 barrato per il nuovo Ospedale del Littorio (oggi complesso ospedaliero San Camillo-Forlanini-Spallanzani). Nella vicina borgata Magliana...

L’Argine e le idrovore: bonifica idraulica a Pian Due Torri

video
Bonelli si dedica ora all’ampliamento della tenuta Pian Due Torri. L’ingegnere acquista, a nome della figlia maggiore Angela, la piccola tenuta “la Vignarola”, dismessa dalla marchesa Pino-Lecce. Questo terreno, adagiato sul fianco collinare, corrisponde oggi alla sede della parrocchia Nostra Signora di Valme, su via di Vigna Due Torri. Con questo acquisto l’ingegnere coinvolge...

“Estendere lo spazio agrario”: l’utopia e il metodo Bonelli

video
In quello stesso anno 1923 incomincia una nuova bonifica su larga scala. A guidarla però non è un nobile riformista o un industriale in cerca di terra e manodopera, ma un eccentrico ingegnere. Oggi si direbbe un visionario. Michele Angelo Bonelli (1869-1961), piemontese, arriva nella piaga fangosa di Pian Due Torri quasi per una...

Una piccola meraviglia: i cancelli componibili Maccaferri

video
Intanto la Maccaferri si converte alla produzione civile e, con palificate e reti metalliche, realizza un piccolo miracolo dell’ingegno italiano. Si fabbricano ora i cancelli componibili “Magliana”. La vendita avviene per catalogo, con tre soli prodotti-base: il recinto, il paletto e il cancello. Il recinto è una rete di maglia metallica, sostenuta da quattro diversi tipi di...

1921, disastro ferroviario a Stazione Magliana

video
Il censimento del 1921 riporta che la borgata rurale Magliana ha 1167 abitanti. In quell’anno fa la sua prima corsa il bus su gomma numero 6, tra la borgata e Stazione Trastevere. Nel tempo la linea cambierà più volte numerazione e percorso, fino ad assumere dal 1951 quella attuale di 128. Il 128, con...

MOST POPULAR

HOT NEWS