La mal’aria di oggi ce la racconta il report quotidiano del Comune di Roma: le polveri sottili PM10 sono oltre-soglia a Preneste, Francia, Magna Grecia, Cinecittà, Villa Ada, Tiburtina e Malagrotta; e a Tiburtina c’è anche il problema del biossido di azoto NO2, anch’esso oltre-soglia. Questi dati, lo ricordiamo, sono i più recenti disponibili, ma sono comunque relativi a misurazioni effettuate dai tecnici l’8 dicembre.

La nostra testata sta monitorando anche le polveri sottili di viale Marconi (centralina di piazza Fermi). Fino al 7 dicembre i valori si erano tenuti per un soffio dentro la media giornaliera consentita dei 50 microgrammi per metrocubo: 42 μg/m3 sia il 4 che il 5 dicembre, 50 microgrammi il 6 dicembre, 47 microgrammi il 7 dicembre. L’8 dicembre i dati non erano disponibili (vedi), ma l’ARPA, il centro regionale per la misurazione della qualità dell’aria, nell’aggiornamento dati del 9 dicembre alle h 20,01 (relativo a misurazioni del giorno prima) registrava il superamento del PM10 anche a viale Marconi, con una media giornaliera di 58 μg/m3. Clicca qui per vedere se esiste un dato più aggiornato.

Dal sito dell’ARPA riportiamo la mappa delle “zone arancio” (sopra i 50 μg/m3) e delle “zone rosse” (> 100) per il PM10:

 

 

Cosa fare? Ogni cittadino può fare la sua parte in questi giorni di mal’aria, adottando delle “condotte virtuose” suggerite dal Comune: programmare i propri spostamenti con mezzi pubblici o condivisi, verificare l’efficienza del proprio impianto di riscaldamento, suggerire cautela nell’esporsi agli agenti esterni ad alcune fasce di cittadinanza a rischio, come bambini, anziani e donne in gravidanza, cardiopatici e soggetti con patologie respiratorie e, in generale, alle persone che passano gran parte della giornata esposte all’aria aperta.

Alcuni di questi suggerimenti si sono tramutati in ordinanze, cioè ordini perentori del Sindaco, per proteggere la nostra salute. In questo week-end in particolare si intersecano due diverse ordinanze: la n. 129 che limita il traffico di oggi, sabato 10 dicembre (stop alle Euro 3 diesel), e la n. 127 per la domenica ecologica di domani 11 dicembre (stop fino a Euro 5).

SABATO, STOP DIESEL EURO 3 – Dell’ordinanza n. 129 al momento non è disponibile on line il testo integrale (lo sarà probabilmente nelle prossime ore); ne riportiamo comunque il dispositivo anticipato dal sito del Comune di Roma: “Limitazione della circolazione veicolare per la giornata di domani 10 dicembre 2016 nella ZTL Fascia Verde dalle ore 7.30-20.30 per autoveicoli benzina Euro 0, Euro 1, Euro 2; autoveicoli diesel Euro 0, Euro 1, Euro 2; ciclomotori e motoveicoli Euro 0, Euro 1” e “ore 7.30-10.30 e 16.30-20.30 per autoveicoli diesel Euro 3”.

DOMENICA, STOP A TUTTE LE AUTO – Una delibera del 2011 (la n. 242 G.C.) aveva in precedenza istituito le “domeniche ecologiche”, cioè 4 domeniche nel periodo invernale in cui il traffico si ferma del tutto. L’ordinanza 127 (ne riportiamo il testo integrale in fondo) ha stabilito che l’11 dicembre 2016 è una di queste domeniche. A tutti i veicoli a motore è vietato l’accesso in Fascia verde, dalle 7,30 alle 12,30 e dalle 16,30 alle 20,30. Il divieto è valido anche per coloro che normalmente sono forniti di permesso ZTL. In pratica possono circolare solo i veicoli più moderni: quelli a trazione elettrica e ibridi, quelli alimentati a metano e GPL, i nuovissimi Euro 6 benzina e diesel, e una lunga lista di categorie speciali per assicurare ordine pubblico e servizi essenziali, riportate nell’ordinanza.

L’ordinanza rinnova anche il limite dei 18° per gli impianti termici, il divieto di combustioni all’aperto e l’intensificazione dei controlli.

 

 

Ricordiamo che la Fascia Verde comprende i quartieri Marconi, Portuense e Magliana Nuova, e parte del quartiere Trullo.

 

SHARE
http://www.arvalia.it – Arvalia.it, giornale indipendente del Territorio Portuense di Roma, a diffusione telematica.