Il Moderno

Il Moderno

Dall’Anno Mille al 1900.

È la mattina del 23 aprile 1891 Il caporale Domenico Cattaneo ventiduenne del 12° reggimento bersaglieri, è di turno alla Polve riera, come capoguardia. Qualco sa non va. Dalle viscere della terra provengono tonfi sordi e piccoli...
Sempre in collina, si posizionano alcune strutture militari. Nel 1877 inizia lo scavo di forte Portuense, una piazzaforte poligonale sotterranea, estesa su cinque ettari. Segue cinque anni dopo, sulla riva opposta del Tevere, la fortificazione gemella di...
Riprendiamo il racconto. 1870, l’Italia è unita. Roma diviene la nuova capitale. Molte cose di qui a breve cambieranno, anche nelle lande dell’Agro romano. Nel 1870 il nunzio apostolico monsignor Angelo Bianchi (1817-1897) compra...
Un’altra storia ci porta ancora a parlare del treno. Nel 1856, mentre è in corso la costruzione della strada ferrata, l’ingegnere francese Alphonse Oudry visita il castello della Magliana. Si raccoglie in preghiera nella cappellina del Battista,...
L’apertura al traffico della ferrata Porta Portese-Civitavecchia avviene il 16 aprile 1859. Ci sono però ancora dei problemi sull’ultima tratta e si decide di far partire il viaggio inaugurale dalla stazioncina di Santa Passera. La cerimonia si...
Papa Pio rientra a Roma. È di nuovo il papa-re e ha le mani finalmente libere per riprendere il progetto ferroviario, il cui tracciato principale attraversa la Magliana. la         ri sulla ferrovia Porta Portese-Civitavecchia...
Dopo l’episodio di Porta Cavalleggeri le cose, per i patrioti romani, incominciano a mettersi male. Le trincee francesi hanno ormai conquistato posizioni d’altura sul monte Gianicolo e dal 13 giugno inizia un cannoneggiamento continuo contro il Va...
Temistocle Mariotti, cronista attento alla geografia romana, tallona passo passo i movimenti del generale francese Oudinot. Il 3 maggio 1849 Oudinot “manda un mezzo battaglione ad occupare Fiumicino”; il 12 maggio, “prende posizione alla Magliana”; il 16...
I contrasti tra Gonfalone e Sancta Sanctorum sono l’immagine plastica del ma lessere che a metà Ottocento agita la chiesa e la città di Roma. C’è un’anima conservatrice che tende all’immobilità e c’è un’anima inquieta che cerca...
Alla fine, la tenuta Pian Due Torri viene venduta, all’anziano conte Filippo Cini, desideroso di regalare alla giovane moglie, la contessa Giulia (Giulia Prosperi-Buzi, 1811-1872), un luogo in cui poter correre a cavallo lontana da occhi indiscreti....
Al monte di Santa Passera è sorta la Villa Negroni e, più nell’interno, a Vigna Jacobini si vendemmia ancora l’aleatico di papa Leone. I possiden ti Jacobini hanno restaurato un casale trasformandolo in villa, collocando sul frontespizio...
L’incontro (e scontro) della Magliana con istanze di modernità arriva a seguito di un evento calamitoso: la piena del Tevere del 1813. Quando le acque si riti rano, la tenuta Pian Due Torri è sepolta dal fango.
Un’altra storia ci porta ora al castello della Magliana e ci fa parlare del principino Camillo Rospigliosi (1714-1763), una delle figure più eccentriche del Settecento romano. Parrucca incipriata e stravaganza nel vestire, il nobile...
Il flagello rimarrà in città per due anni, anche se la maggior virulenza è con centrata nei primi sei mesi. Già con l’inizio del 1657 si percepiscono segnali di miglioramento. La fine del contagio viene decretata il...
Nel Seicento nella tenuta della Magliana dilagano le febbri malariche: i pontefici se ne tengono volentieri alla larga. L’ultimo porporato a mettervi piede pare sia stato, nel 1611, il cardinal Ferdinando Gonzaga, amante delle cacce a cavallo...
Il terzo personaggio della nostra storia è uno dei figlioletti di Cosimo, Ferdinando de’ Medici (1549-1609). All’epoca delle scampagnate campestri con lo zio papa, Ferdinando è un moccioso viziato di appena dodici anni; quando vi fa ritorno...
In quegli stessi anni, nella tenuta accanto, al castello della Magliana, arriva un nuovo illustre inquilino: papa Pio IV Medici (1559-1565). Tra un affare di stato e l’altro ― il pontefice deve portare a termine la Controriforma...
Un donnaiolo impenitente che mette la testa a posto. Un gigante buono, de stinato a diventare un santo. E un ragazzino viziato che si rivelerà un saggio re. Sono le storie incrociate di tre uomini, che in...
Papa Leone non si è curato di preparare la sua successione. Morto un papa se ne fa sempre un altro e a papa Leone non interessava di conoscerne in anticipo il nome. Questa distrazione...
Sono gli anni magnifici di Papa Leone. I suoi spostamenti verso la Magliana sono simili a parate, con giullari, una pantera e due leopardi in gabbia e persino un elefante bianco di nome Annone, cui il pontefice...