Geotag Valle Galeria

Valle Galeria

Parliamo di alcuni ritrovamenti nel circondario dei Porti imperiali. Siamo nell’estate 2006, la Guardia di Finanza di Fiumicino irrompe nella casa di un trafficante e rinviene reperti freschi, con la terra ancora non dilavata....
Il fiume Tevere è inquieto: nei giorni 14, 15 e 16 dicembre 1937 si registra un costante stato di intumescenza, con piogge ininterrotte. L’indomani 17 dicembre, alle 9 di sera, il Tevere raggiunge il suo record storico:...
Nel 1935, nentre Nervi e Bonelli lavorano alacremente ai rispettivi progetti, il nuovo governatore di Roma Giuseppe Bottai (1895-1959) pianifica la costruzione di un nuovo quartiere: l’Eur. Il nuovo abitato ospiterà una grandiosa esposizione...
I contrasti tra Gonfalone e Sancta Sanctorum sono l’immagine plastica del malessere che nel secondo quarto dell’Ottocento agita la Chiesa e la città di Roma. C’è un’anima conservatrice che tende all’immobilità e c’è un’anima inquieta che cerca...
Un’altra storia ci porta ora al Castello della Magliana e ci fa parlare del principino Camillo Rospigliosi (1714-1763), una delle figure più eccentriche del Settecento romano. Parrucca incipriata e stravaganza nel vestire, il nobile...
Gli anni che precedono e seguono l’anno Mille sono anni di grande trascuratezza. Un’indagine al radiocarbonio, condotta nel 2007 su un tratto della Via Portuense-Campana alla nuova Fiera di Roma, ha messo in luce che intorno all’anno...
Dell’accampamento di Totila a Campo Merlo si torna a parlare nell’anno 669. Da un documento ecclesiastico apprendiamo che vi è stata edificata una chiesina intitolata a San Pietro, la Ecclesia Sancti Petri Via Portuensi in Campum Meruli....
Nel 544 i Goti tornano. A guidarli c’è un nuovo re, Totila “l’Immortale”, che si accampa alla Magliana, all’ottavo miglio della Via Portuense-Campana, nell’odierna località Campo Merlo, appena fuori dal Raccordo anulare. Dopo due...
Roma chiede grano e chiede legno. E vuole anche tufo, per farne mattoni e pozzolana. La razzia procede per sbancamenti a gradoni o con arditi trafori in galleria. Dal sottosuolo di Monteverde e Portuense arriva il pregiato...
Il primo secolo dell’Impero trascorre davvero rapido. A volte assume persino i caratteri di una rincorsa: tra l’Urbe che cresce famelica e le sue linee di approvvigionamento, sempre fatalmente inadeguate. Il grano che arriva...
Nel 390 a.C. calano da nord i Celti, inattesi e rapidissimi. Prendono Roma senza darle il tempo di comprendere, né di reagire. È uno shock. Si consuma l’umiliazione del saccheggio. Poi, così come sono venuti, i Celti...
La costruzione del Ponte Sublicio apre la strada ai cercatori di fortuna. Tra di loro c’è anche l’intellighenzia etrusca ― mercanti raffinatissimi, notabili, élite culturali ― che si ambienta a Roma senza fatica, fino ad afferrare le...
A partire dal X secolo a.C. si affacciano sul territorio altre culture progredite: quella dai caratteri villanoviani sulla riva destra del Tevere e, sul versante opposto, quella proto-latina originaria dei Colli Albani. Sono due culture molto diverse:...
Le comunità di Homo Sapiens sono di ridotte dimensioni (venti-trenta individui), poco strutturate dal punto di vista sociale e tipicamente nomadi. Sono cacciatori-raccoglitori e praticano un’economia di sussistenza: prendono dove capita i frutti spontanei e i cereali...
Il racconto alla scoperta della Storia comincia lungo il tracciato extraurbano di via della Magliana, appena fuori da quello che oggi è il Grande Raccordo Anulare, in direzione del mare. Sui due lati della strada accompagna i...