(aggiornamento: 21 agosto 2017)

Mercoledì 25 gennaio, ore 7. Siamo partiti dalla sede dell’associazione Protezione civile Arvalia di via della Magliana, 296, alla volta di Campotosto (AQ, 1420 m slm). Siamo arrivati intorno alle 10, a causa delle strade impervie e innevate, in alcuni punti c’erano dei muri di neve alti due metri e mezzo, non riuscivo a capacitarmi di quanta potesse essere.

Arrivati al COC (Centro Operativo Comunale) di Campotosto abbiamo fatto un briefing con i responsabili del campo per dividerci il lavoro. Io, insieme ad altri due colleghi siamo andati a fare le consegne ai MAP (Moduli Abitativi Provvisori). Mi sono occupato della parte burocratica delle consegne, le firme e gli ordini per il giorno dopo. Siamo quindi andati in località Poggio Cancelli e Macioni.

Al ritorno ci siamo fermati nella piazza centrale di Campotosto. Sono rimasto sconvolto dalla potenza della natura: il tetto del Municipio era ruotato di 180° e il palazzo parzialmente crollato, tutto il paese è zona rossa, ci sono danni ingenti. Il lavoro di quel campo andrà avanti ancora per un po’, adesso la priorità è spalare la neve, liberare gli ingressi delle case per poter fare le verifiche di agibilità.

Nelle immagini che seguono il racconto della giornata.