“In Commissione Urbanistica capitolina di oggi, svoltasi all’Eur, dove abbiamo convocato anche la Commissione Urbanistica del Municipio, c’era la vicenda dell’ex Piano Casa di via Enrico Fermi, 161 della Soc. Zeis.  Abbiamo appreso che è stata prodotta una nota del Municipio del 2016, che riepiloga solo l’attività svolta dal consigliere comunale Frongia e non da quanto, ad esempio, è stato prodotto dal sottoscritto in merito alla sospensiva del 2015. Ma, com’è noto, la storia la scrive chi vince, anche in tempi di democrazia, trasparenza e onestà.

Allo stato attuale pende una verifica presso il TAR sulla liceità delle autorizzazioni e i titoli a costruire del 1991 e del 1997, su cui si basa poi il progetto del Piano casa attualmente in corso, con la fase di smantellamento di quanto inaugurato nel 2001.

Politicamente ho visto più un atteggiamento vagamente inquisitorio da parte dei consiglieri comunali del M5S, anche rispetto alla Dirigenza comunale presente, piuttosto che una voglia di capire con serenità e serietà lo svolgimento dei fatti, le sentenze precedenti e la buona fede dell’Amministrazione capitolina presente. È chiaro che il Piano Casa è penalizzante per via Fermi, poiché riporta anche quella parte di strada alla vocazione residenziale di cui, probabilmente, la zona non aveva esigenza. La Città del gusto e il Multisala, oltre alla Asl e al supermercato, avevano dato motivi di frequentabilità anche dopo le 21, alimentando anche un volano economico per attività di ristorazione del luogo e, quindi, di un aumento di sicurezza.

Del resto se il TAR dovesse pronunciarsi per il diniego dei titoli sarebbe interessante poi verificare quale strada potrebbe essere percorsa cercando di evitare pericolosissime richieste di risarcimento, che sarebbero  ben superiori al milione di euro stabilito e votato sulla mancata edificazione del PUP Fermi, che abbiamo combattuto e osteggiato con comitati seri e credibili, con raccolta firme per la discussione di una proposta di delibera di iniziativa popolare  e con atti di consiglio municipale concreti. Oggi viviamo tempi di superficialità e di giustizialismo, che rischiano derive pericolose sotto ogni punto di vista. Chiederò una convocazione straordinaria della Commissione Urbanistica del municipio, per far conoscere a tutti i consiglieri gli atti prodotti fino ad oggi”.

Così in una nota Marco Palma (FdI), vicepresidente del Consiglio municipale.

SHARE
http://www.arvalia.it – Arvalia.it, giornale indipendente del Territorio Portuense di Roma, a diffusione telematica.