Alla Biblioteca Marconi c’è “Nasi”, mostra fotografica dedicata ai cani e gatti di Muratella. “La mostra – racconta l’autrice Cristina Canali – nasce da lontano, da quando ancora bambina passeggiavo tra le campagne brulle e verdeggianti della Tuscia. Lì mio nonno, contadino nato nei primi anni del Novecento, aveva la sua fattoria e i suoi animali, trattati secondo la mentalità del tempo, da ‘servitori’ dell’uomo! Per me invece, ognuno di loro era un essere con cui relazionarsi, giocare, correre. Vite da ascoltare, accarezzare e coccolare. Nasi è dare parola a quelle ‘voci dentro’, che si esprimevano allora come oggi in modo così diverso dal linguaggio umano. Nasi è per ricordare l’antica amicizia tra cane e uomo tramutata in un solo animale che cammina muovendo sei zampe e una coda intrisa di rugiada…”. È possibile visitare la mostra fino al 25 febbraio, negli orari di apertura della Biblioteca.

 

 

Cristina Canali, insegnante di scuola primaria, inizia giovanissima insegnando nelle carceri romane. Nel 2009 è menzione speciale europea con il progetto tecnologico “Speranza. La città ecosostenibile dei bambini”. Flautista, si specializza nella didattica musicale per bambini e nel teatro sperimentale, ottenendo nel 2010 e 2011 riconoscimenti a livello nazionale. Unisce la passione per musica e teatro a quella della fotografia. Nel 2012 la mostra fotografica “Il mio Blues”, nel 2013-2014 la mostra fotografica-poetica itinerante “La Strada” in collaborazione con la scrittrice Maria Elena Alberti. Nel maggio 2015 la mostra musicale “Suoni di Terra” per il Festival di Musica popolare italiana con la direzione artistica del Maestro Stefano Saletti. Da gennaio 2015 ha proposto il progetto letterario-fotografico “Via Portuense” in collaborazione con lo scrittore Alberto Criscuolo. Per il Premio Arvalia ha partecipato nel marzo del 2016 alla collettiva “Le storie del Trullo” in collaborazione con il gruppo di fotografia UFR, e sempre per il Municipio Arvalia ha presentato “Metroromantici”, il libro dei Poeti anonimi del Trullo. Ora il suo nuovo lavoro ‘Nasi’ racconta per immagini l’antica amicizia tra cane e uomo.

Alla mostra, inaugurata l’11 febbraio con musiche del compositore Rocco de Rosa e letture della scrittrice Maria Elena Alberti, è abbinata la presentazione del libro “Ti sto aspettando” di Alessandra Bernardo (book-trailer). La testata Arvalia.it propone ai suoi lettori alcuni degli scatti più suggestivi della mostra.

 

nasi-01 nasi-02 nasi-03

nasi-04
11 febbraio 2017, presentazione della mostra (foto Fabio Moschini)