#Maipiùbullismo, in arrivo la nuova serie del programma di Rai Due condotto da Pablo Trincia: “Trovare assieme una soluzione si può” | VIDEO

0

Arvalia.it aderisce con piacere alla call to action del programma di Rai Due “Mai più bullismo” andato in onda lo scorso novembre, diffondendo lo spot di 30 secondi che trovate nel video di copertina e invitando i nostri lettori a collaborare alla realizzazione della seconda serie.

“Per troppi ragazzi entrare in classe la mattina è un incubo – spiegano dalla Redazione –: insulti, scherzi pesanti, a volte violenza sono un’esperienza quotidiana. Molti subiscono in silenzio, si vergognano, nascondono la loro sofferenza ai docenti e agli stessi genitori. Eppure affrontare il problema è possibile, molto spesso basta solo trovare il coraggio di guardare in faccia i propri compagni, raccontargli il proprio disagio, cercare assieme una soluzione.  Molto spesso il bullo neanche si rende conto della sofferenza che provoca, e scoprirlo gli apre gli occhi e lo convince a smettere. Con la prima serie di #maipiùbullismo, un esperimento di social coaching condotto da Pablo Trincia, ci siamo prefissi proprio questo obiettivo: aiutare i ragazzi che subiscono il bullismo ad uscire da un incubo quotidiano, favorendo il confronto coi compagni di classe. In alcuni casi ci siamo riusciti, e per alcuni di coloro che ci hanno chiesto aiuto è iniziata una nuova fase di vita più serena all’interno della propria classe. Oggi siamo di nuovo al lavoro su nuove storie per la seconda serie, e sono molti quelli che ci hanno scritto e telefonato da ogni parte d’Italia, chiedendoci di dargli una mano. Pablo è pronto a mettersi in viaggio per raccontare la loro vita quotidiana, parlare con le persone che fanno parte del loro mondo, aiutarli ad aprirsi e confrontarsi con i compagni di classe per risolvere e superare assieme le difficoltà”.

Per contattare Pablo e la Redazione, i riferimenti si trovano all’interno del video. Su Raiplay è possibile rivedere in streaming la prima serie del programma. “Trovare assieme una soluzione si può”.