Download PDF

Ita­lia Oggi, in col­la­bo­ra­zio­ne con l’Università di Roma La Sapien­za, ogni anno pub­bli­ca la sua inda­gi­ne sul­la qua­li­tà del­la vita nei capo­luo­ghi di pro­vin­cia ita­lia­ni: Man­to­va è pri­ma, Tren­to secon­da, Cro­to­ne e Sira­cu­sa fana­li­no di coda. E Roma? La capi­ta­le è poco sot­to la metà clas­si­fi­ca, ma per­de visto­sa­men­te ter­re­no. In un anno è avve­nu­to un mez­zo disa­stro. La doman­da che rivol­gia­mo ai nostri let­to­ri è se con­di­vi­do­no que­sta per­ce­zio­ne: in un anno la qua­li­tà del­la vita nel­la nostra cit­tà è sce­sa così dra­sti­ca­men­te? Le vostre rispo­ste nei com­men­ti.

Nel det­ta­glio, Roma per­de ben 19 posti e scen­de al 69° posto (ricor­dia­mo che le pro­vin­cie ita­lia­ne sono 106). Era 31e­si­ma nel 2014, 50e­si­ma nel 2015, oggi 69e­si­ma.

E i livel­li di qua­li­tà del­la vita sono nel com­ples­so giu­di­ca­ti insuf­fi­cien­ti. Alcu­ni dati. Per la sicu­rez­za Roma è al 106° posto, ulti­ma in Ita­lia (l’anno scor­so era al 102°). Per il teno­re di vita scen­de al 103° (era al 94°). Per il disa­gio socia­le scen­de al 58°, ma ave­va una posi­zio­ne ele­va­ta l’anno scor­so (42°). Anche per la scuo­la si per­do­no 7 posi­zio­ni. Rima­ne alta inve­ce la posi­zio­ne di Roma sul fron­te del­la salu­te: è oggi al 10° posto nazio­na­le (l’anno scor­so era comun­que all’8°).

Per la cro­na­ca, la cit­tà ita­lia­na dove si vive meglio è Man­to­va. Si sta alla gran­de anche a Tren­to (che l’anno scor­so era pri­ma) e a Bel­lu­no (ter­za), che è una new entry per­ché l’anno scor­so era sol­tan­to otta­va. Por­de­no­ne scen­de di un gra­di­no (era ter­za), men­tre Bol­za­no da secon­da scen­de all’ottavo posto.

E c’è anche chi sta peg­gio, mol­to peg­gio di noi. Maglia nera è Cro­to­ne, che tut­ta­via – segna­la l’indagine – ha recu­pe­ra­to mol­to in fat­to di cri­mi­na­li­tà, ma scon­ta anco­ra un ritar­do cro­ni­co su affa­ri, lavo­ro, ambien­te e disa­gio socia­le e per­so­na­le. E a Cro­to­ne sem­bra­no non fun­zio­na­re nean­che scuo­la, salu­te e tem­po libe­ro. Tra le gran­di cit­tà Mila­no arre­tra di 7 posti, Napo­li di 5, Tori­no sale di 6.

A bre­ve saran­no dispo­ni­bi­li anche i “dati roma­ni” sud­di­vi­si per muni­ci­pi: ci aggior­ne­re­mo.