Aggiornato il

«C’è un museo abusivo, realizzato dalla Associazione 999 Contemporary e gestito da ottobre 2016 da nomadi, in via Amedeo Avogadro, dietro dei cassonetti dei rifiuti nell’ex fabbrica di sapone Mira Lanza a Marconi. Una parte del complesso fu restaurata alla fine degli Anni 90 e ospita oggi il Teatro India, mentre il resto è in stato di totale abbandono. Per di più risultano edifici pericolanti e fatiscenti, dovuti ai numerosi incendi (l’ultimo nell’aprile 2014) e atti di vandalismo di ogni genere.

Tale museo viene considerato in maniera assurda “ripugnante, infernale, spettrale, provocatorio, e giustificato come atto illegale di disobbedienza civile” (www.aplacetobe.net). Un vero e proprio giro turistico abusivo, versando per di più una piccola somma di denaro. Il Gruppo Fratelli d’Italia in Municipio XI ha ritenuto opportuno predisporre un’interrogazione in merito, visto che non si conoscono né i termini di autorizzazioni sulla realizzazione di tale opera in un complesso ad alta pericolosità né sono stati rivisti i termini di agibilità e di transito alle persone nell’area transennata, né vi è alcuna documentazione inerente la bonifica ambientale.

Inoltre si è provveduto a comunicare tale criticità anche al Comandante dell’XI Gruppo di Polizia locale “Marconi” e all’Assessorato al Patrimonio di Roma Capitale. I cittadini del Municipio Roma XI e i residenti del quadrante Marconi meritano rispetto delle regole, legalità e soprattutto sicurezza».

Così in una nota Valerio Garipoli, capogruppo FdI.