Nata­le è ormai alle spal­le, il Capo­dan­no ha archi­via­to il 2016, i ragaz­zi del Gri­fo­ne Mon­te­ver­de han­no “ripo­sa­to” duran­te la pau­sa inver­na­le, par­te­ci­pan­do solo a qual­che tor­neo e con­ti­nuan­do comun­que ad alle­nar­si per non per­de­re la con­di­zio­ne, dopo aver con­se­gui­to risul­ta­ti più che buo­ni in que­sta pri­ma par­te di cam­pio­na­to.

In que­sto momen­to al Vil­la dei Mas­si­mi si può guar­da­re avan­ti con sere­ni­tà e otti­mi­smo, mal­gra­do nell’ultima gior­na­ta pre-nata­li­zia i risul­ta­ti non abbia­mo arri­so al Gri­fo, con due pareg­gi ed una scon­fit­ta, per quan­to riguar­da le più impor­tan­ti cate­go­rie “éli­te”.

I Gio­va­nis­si­mi han­no impat­ta­to a Mon­te­ro­ton­do 3 a 3 con­tro l’Ere­tum, gio­can­do su un cam­po ghiac­cia­to e quin­di mol­to dif­fi­ci­le, tro­van­do­si nel cor­so di una par­ti­ta rocam­bo­le­sca in svan­tag­gio ma anche in van­tag­gio e chiu­den­do, appun­to, con un pun­to che gli con­sen­te di muo­ve­re la clas­si­fi­ca restan­do nel­la fascia medio-alta.

I Gio­va­nis­si­mi fascia “B” han­no inve­ce pareg­gia­to 2 a 2 in casa con l’ostico avver­sa­rio del Ladi­spo­li, quar­to in clas­si­fi­ca in un giro­ne mol­to dif­fi­ci­le, men­tre il Gri­fo – neo­pro­mos­so – si tro­va undi­ce­si­mo, con ono­re.

Gli Allie­vi han­no inve­ce per­so 3 a 1 una par­ti­ta tut­ta in sali­ta con­tro la Romu­lea a San Gio­van­ni. Ma anche qui biso­gna dire che l’avversario era dif­fi­ci­lis­si­mo, una squa­dra di gran­de tra­di­zio­ne gio­va­ni­le, che ha tro­va­to pro­prio in que­sta cate­go­ria la sua pun­ta di dia­man­te. Tut­ta­via il Gri­fo­ne rima­ne otta­vo in clas­si­fi­ca, con la pos­si­bi­li­tà di rifar­si dome­ni­ca in casa con­tro l’Ottavia. La Romu­lea, ovvia­men­te, è più in alto e por­ta il suo van­tag­gio a 8 pun­ti.

Que­sta vol­ta abbia­mo segui­to gli Allie­vi, pro­prio in con­si­de­ra­zio­ne del­la note­vo­le cara­tu­ra dell’avversario che incon­tra­va­no, affron­tan­do una dif­fi­ci­le tra­sfer­ta – vuoi per il fred­do, vuoi per il par­cheg­gio – assi­sten­do a una par­ti­ta indub­bia­men­te pie­na di emo­zio­ni dove fra i pro­ta­go­ni­sti c’è sta­to senz’altro il nostro por­tie­re Di Rau­so, auto­re a più ripre­se di inter­ven­ti mira­co­lo­si che han­no limi­ta­to i dan­ni per il Gri­fo­ne Mon­te­ver­de.

Volen­do pre­scin­de­re dal tifo, dan­do uno sguar­do sere­no alla clas­si­fi­ca e al gio­co espres­so in cam­po, dovrem­mo dire che la Romu­lea è net­ta­men­te più for­te dal pun­to di vista fisi­co e ha domi­na­to la par­ti­ta per qua­si tut­ta la sua dura­ta; ma, sic­co­me noi non pre­scin­dia­mo mai dal tifo per il Gri­fo­ne, mol­to one­sta­men­te e equi­li­bra­ta­men­te dire­mo che il cal­cio è fat­to di epi­so­di e che, in effet­ti, i Ros­so­blù di Somai­ni ave­va­no ripre­so la par­ti­ta, poi sfug­gi­ta­gli di nuo­vo di mano per un epi­so­dio sfor­tu­na­to.

 

PRIMO TEMPO

Pron­ti via e ini­zia un mono­lo­go dei gial­lo­ros­si del­la Romu­lea, la squa­dra di San Gio­van­ni si pren­de subi­to il cen­tro­cam­po, cer­can­do di tes­se­re le sue tra­me, impe­gnan­do subi­to il nostro por­tie­re al 2’ e all’11’, chia­ma­to a due inter­ven­ti a ter­ra; poi facen­do­si di nuo­vo peri­co­lo­sa al 15’ e non riu­scen­do a segna­re l’1 a 0 sol­tan­to gra­zie all’intervento del ter­zi­no destro ros­so­blù che libe­ra benis­si­mo. Le occa­sio­ni si sus­se­guo­no e al 27’ i padro­ni di casa sfon­da­no con una rete di Pel­le­gri­no.

Il Gri­fo­ne sem­bra già spac­cia­to, ma inve­ce tro­va la for­za di rea­gi­re, oppu­re sono i gial­lo­ros­si ad arre­tra­re dopo aver spe­so così tan­te ener­gie nel­la pri­ma mezz’ora, e rie­sce a crea­re diver­si peri­co­li sul­le fasce, tra il 28’ ed il 40’ scen­den­do sul­la fascia sini­stra come sul­la destra con gran­de velo­ci­tà e facen­do­si peri­co­lo­sis­si­mo al 30’ con Ver­na e poi di nuo­vo al 40’ con Nico­lì.

Dovrà però poi subi­re il ritor­no del­la Romu­lea nel fina­le di pri­mo tem­po che sfio­re­rà il 2 a 0.

 

SECONDO TEMPO

Il Gri­fo­ne Mon­te­ver­de entra in cam­po con gran­de volon­tà di riscat­to, con un piglio vera­men­te aggres­si­vo che dà subi­to i suoi frut­ti, crean­do un bri­vi­do al 47’ e pareg­gian­do con Ver­na, che al 48’ rac­co­glie in area dopo una tra­ver­sa su gran tiro di Ange­li­ni e fred­da­men­te la met­te den­tro, pur cir­con­da­to da avver­sa­ri. Lo stes­so Ver­na sfio­ra il rad­dop­pio poco pri­ma del 10’ s.t. e sostan­zial­men­te i Ros­so­blù si man­ten­go­no in attac­co fino al 15’, col­le­zio­nan­do però sol­tan­to cal­ci d’angolo.

Que­sto inten­de­va­mo quan­do par­la­va­mo di epi­so­di poc’anzi: al 16’ i Ros­so­blù tar­da­no ad allon­ta­na­re una pal­la appa­ren­te­men­te inno­cua al limi­te dell’area, irrom­pe Cipria­ni e rea­liz­za il 2 a 1 per la Romu­lea con un gran tiro all’incrocio. Quat­tro minu­ti dopo il 3 a 1 di Verat­ti.

La par­ti­ta sostan­zial­men­te fini­sce qui, sal­vo un’occasione per i Ros­so­blù su un bel lan­cio di Gar­de­nia, sul qua­le però l’arbitro – otti­mo – com­met­te il suo uni­co erro­re, fischian­do un fuo­ri­gio­co pro­ba­bil­men­te ine­si­sten­te. La Romu­lea gio­ca bene e con­trol­la tut­te le zone del cam­po, crea occa­sio­ni ed è bra­vis­si­mo, come già lo era sta­to, Di Rau­so con una serie di para­te anche mol­to dif­fi­ci­li, negan­do alme­no un paio di gol che sem­bra­va­no già fat­ti.

Tut­ta­via, riscon­tria­mo che, seb­be­ne l’avversario di que­sta dome­ni­ca fos­se indi­scu­ti­bil­men­te più for­te, soli­do ed esper­to del Gri­fo, i nostri Ragaz­zi si sono dife­si sem­pre con ordi­ne, mal­gra­do la costan­te pres­sio­ne del­la Romu­lea la dife­sa non è anda­ta mai in bar­ca, man­te­nen­do sem­pre “testa fred­da” – come dice­va lo Zio Vuja – riu­scen­do ad usci­re dal Cam­po Roma meri­tan­do­si l’onore del­le armi.

 

Insom­ma, il Gri­fo­ne Mon­te­ver­de chiu­de un 2016 del qua­le si può esse­re sod­di­sfat­ti, tre squa­dre neo­pro­mos­se nei cam­pio­na­ti “éli­te” ven­do­no cara la pel­le a ogni par­ti­ta, i Gio­va­nis­si­mi di Calà met­to­no pau­ra a tut­ti e, com­ples­si­va­men­te, nes­su­na squa­dra può veni­re al Vil­la dei Mas­si­mi pen­san­do di por­tar­si la vit­to­ria da casa.

Ades­so si apre la par­te deci­si­va del­la sta­gio­ne, i Ros­so­blù han­no accu­mu­la­to un po’ dell’esperienza che gli man­ca­va a que­sto livel­lo e potran­no senz’altro far meglio, man­te­nen­do la clas­si­fi­ca più che lusin­ghie­ra nel­le cate­go­rie Allie­vi e Gio­va­nis­si­mi éli­te e maga­ri miglio­ran­do quel­la dei Gio­va­nis­si­mi fascia “B”, dove il Gri­fo ha ogget­ti­va­men­te rac­col­to un po’ meno di quan­to meri­tas­se.

Con­clu­dia­mo con un sin­ce­ro “in boc­ca al Lupo” alla Socie­tà, allo Staff tec­ni­co ed ammi­ni­stra­ti­vo, a tut­ti i ragaz­zi ed ai loro geni­to­ri e non­ni. Oppu­re, se pre­fe­ri­te, da oggi potre­te anche dire “in bec­co al Gri­fo”!