Questo post è pensato come una rassegna di notizie di cronaca relative alle difficoltà dell’abitare.

La notizia più recente risale al gennaio 2022. Siamo a Magliana: altre duecento famiglie hanno ricevuto dall’Inps, proprietaria degli stabili di via Pescaglia 26 e 28, una lettera in cui annuncia di voler mettere in vendita le proprie case. Altre novecento case sono state già messe in vendita a partire dal 2017, tra via dell’Impruneta e via Scarperia. Di queste circa 500 offerte sono state accettate dagli inquilini, che hanno diritto di prelazione rispetto al mercato e ad uno sconto del 30% in caso di vendita diretta. In caso di rifiuto la casa viene messa in vendita al libero mercato.

Il sindacato degli inquilini contesta il prezzo di vendita, allineato alle stime dell’OMI (Osservatorio del Mercato Immobiliare), con prezzi che possono arrivare fino ai 2800 euro al metro quadrato. Il sindacato chiede che l’ente previdenziale garantisca agli inquilini che non possono riscattare l’immobile, il diritto al rinnovo del contratto per 9 anni.

Degli alloggi Inps le cronache hanno parlato anche nel dicembre 2020, quando, a causa di un malfunzionamento degli impianti termici, cento famiglie di via Cutigliano sono rimaste al gelo.

Cambiamo quartiere. Siamo al Trullo, alle case Ater di Montecucco. Nel febbraio 2021 si è risolta la questione delle casupole abusive realizzate negli Anni Settanta ai margini dell’abitato, lungo i camminamenti che collegano Montecucco all’abitato del Trullo. Alle famiglie sono state assegnati altri alloggi Ater e le casupole sono state demolite. Le aree libere sono state riqualificate a verde dalla Regione Lazio.

Poco lontano, sotto il cavalcavia della via Portuense sopra viale Newton, è a più riprese segnalata una favela (l’ultima a gennaio 2021).

Spostiamoci a Corviale. Entriamo dentro il Serpentone. La notizia più recente è una segnalazione dell’agosto 2021, relativa agli scantinati, dove le condutture idiche, prive di manutenzione da anni, si sgretolano e rendono inutilizzabili le cantine.

Nel luglio 2021, a Magliana vecchia, si segnala un sequestro della Polizia locale su un cantiere edilizio abusivo di 1800 metri quadri su via della Magliana.

Concludiamo questa rassegna spostandoci in Valle Galeria. Siamo a Montestallonara. Nel marzo 2021 c’è uno stanziamento di fondi per far ripartire i cantieri del piano di zona.