(sai già come fare? Vai subi­to alla pagi­na Apri un blog)

La piat­ta­for­ma web di Arva​lia​.it per­met­te ai let­to­ri di inte­ra­gi­re con i con­te­nu­ti del gior­na­le e con gli altri let­to­ri, e di diven­ta­re essi stes­si auto­ri di con­te­nu­ti. Ma c’è di più: i let­to­ri più assi­dui o popo­la­ri pos­so­no diven­ta­re blog­gers, ave­re cioè uno spa­zio per­so­na­le all’interno del gior­na­le, chia­ma­to blog. Un blog fun­zio­na gros­so­mo­do come una “rubri­ca” di un qual­sia­si gior­na­le: c’è un auto­re fis­so che cura uno spa­zio edi­to­ria­le asse­gna­to dal­la Reda­zio­ne.

I pro­pri pen­sie­ri, idee e opi­nio­ni, la crea­ti­vi­tà e le arti, la pro­mo­zio­ne di pic­co­le real­tà loca­li, asso­cia­zio­ni o ambi­ti di cono­scen­za set­to­ria­li, sono tut­ti argo­men­ti che è pos­si­bi­le trat­ta­re in un blog. Esem­pi di blog sono: Smart Por­tuen­se (blog loca­le), il Gri­fo­ne (blog tema­ti­co), l’Occhio del­le don­ne (foto-blog), Arva­lia TV (video-blog), Fuo­ri luo­go (ask-blog) e Sta­se­ra al cine­ma (recen­sio­ni). Ai blog­gers è richie­sto di atte­ner­si alle rego­le edi­to­ria­li del gior­na­le, di cono­sce­re la neti­quet­te e di saper “sma­net­ta­re” in auto­no­mia tra le fun­zio­ni del­la piat­ta­for­ma edi­to­ria­le Word­Press. Ecco spie­ga­to in 5 pas­si come apri­re un blog.

 

1) FAI LOG-IN

Vai alla pagi­na Apri un blog.

Per visua­liz­za­re il con­te­nu­to del­la pagi­na devi effet­tua­re il login, inse­ren­do le tue cre­den­zia­li di acces­so (user-idpas­sword). Se non hai del­le cre­den­zia­li di acces­so puoi regi­strar­ti sul momen­to.

Il cam­po Auto­re appa­re com­pi­la­to in auto­ma­ti­co con il tuo Nome Cogno­me (con le ini­zia­li maiu­sco­le e lo spa­zio tra nome e cogno­me). La Reda­zio­ne non accet­ta blog ano­ni­mi. Se in pre­ce­den­za ti sei regi­stra­to con uno pseu­do­ni­mo, dovrai fare log-out e fare una nuo­va regi­stra­zio­ne con il tuo vero Nome Cogno­me.

 

2) POSIZIONA IL BLOG

Il cam­po Pagi­na col­lo­ca il tuo blog in una del­le 20 pagi­ne del gior­na­le, sud­di­vi­se per argo­men­to: sele­zio­na dal menù a ten­di­na quel­la in cui ti rico­no­sci di più.

Le pri­me pagi­ne (da 4 a 10) sono pagi­ne loca­li, trat­ta­no cioè ognu­na di un sin­go­lo quar­tie­re: Mar­co­ni, Por­tuen­se, Maglia­na, Trul­lo, Cor­via­le, Maglia­na Vec­chiaPon­te Gale­ria. Ad esem­pio, se vuoi crea­re un blog che par­la di Mon­te­cuc­co, dovrai posi­zio­nar­lo a pag. 7, quel­la del Trul­lo. Un blog loca­le può spa­zia­re tra i vari temi (ambien­te, cul­tu­ra, poli­ti­ca ecc.) ma deve comun­que decli­nar­li local­men­te e non può “scon­fi­na­re” nel quar­tie­re accan­to: ad esem­pio il nostro blog su Mon­te­cuc­co non può par­la­re di Mar­co­ni. La Reda­zio­ne non accet­ta infat­ti blog “mul­ti-quar­tie­re”blog “ran­dom” (in cui si par­la una vol­ta di un quar­tie­re e una vol­ta di un altro). È una rego­la che non ammet­te ecce­zio­ni.

Un blog può anche posi­zio­nar­si su una sca­la geo­gra­fi­ca più ampia (pagi­ne da 11 a 14) rispet­to a quel­la loca­le – Muni­ci­pio XI, Roma, Ita­liaMon­do – ma deve trat­ta­re per dav­ve­ro di tema­ti­che di sca­la ampia (vedi ad esem­pio il blog Il dato è trat­to, dedi­ca­to al data-jour­na­li­sm). La pro­po­sta di un blog “con­te­ni­to­re” (che trat­ta di tut­to un po’ e di nul­la in par­ti­co­la­re) vie­ne ine­vi­ta­bil­men­te cesti­na­ta. Sono ben­ve­nu­te cor­ri­spon­den­ze da altri quar­tie­ri, cit­tà o nazio­ni.

Le altre pagi­ne (da 15 a 23) sono pagi­ne tema­ti­che: Poli­ti­ca, Eco­no­mia & lavo­ro, Socie­tà & costu­me, Ambien­te & tec­no­lo­gie, Socia­le, scuo­la & sani­tà, Sport, Cul­tu­ra, Spet­ta­co­liCasa & tem­po libe­ro. Un blog tema­ti­co (che par­li ad esem­pio di poli­ti­ca) può trat­ta­re indif­fe­ren­te­men­te il livel­lo loca­le, cit­ta­di­no o nazio­na­le o anche que­stio­ni gene­ra­li, ma deve ovvia­men­te rima­ne­re nel tema del­la poli­ti­ca e non può trat­ta­re di spet­ta­co­li. La Reda­zio­ne non accet­ta blog “mul­ti-tema” o a tema “ran­dom”.

 

3) DESCRIVI IL BLOG

Il cam­po Descri­zio­ne è una casel­la di testo in cui dovrai descri­ve­re con una bre­ve fra­se lun­ga non più di 100 paro­le di cosa par­le­rai nel tuo blog. Va bene anche un sem­pli­ce abboz­zo, che dichia­ri però con chia­rez­za i con­te­nu­ti del blog. Potrai modi­fi­ca­re que­sto cam­po in segui­to.

 

4) SCEGLI IL TITOLO

Ogni blog ha un suo tito­lo, che lo ren­de rico­no­sci­bi­le ai let­to­ri e diven­ta un hash­tag sui social media. Ad esem­pio il blog Street Art in Rome diven­ta #stree­tar­tin­ro­me.

Il cam­po Tito­lo è dedi­ca­to al tito­lo che avrà il tuo blog. Il tito­lo del blog, una vol­ta impo­sta­to, non può cam­bia­re: per que­sto è impor­tan­te dedi­ca­re del tem­po alla sua scel­ta. Il tito­lo del blog dev’essere bre­ve, per poter esse­re meglio memo­riz­za­to dai let­to­ri: 2 o 3 paro­le, mas­si­mo 4, l’ideale sareb­be addi­rit­tu­ra una paro­la sola. Se hai scel­to di posi­zio­nar­ti su una pagi­na loca­le, il blog deve con­te­ne­re il nome del luo­go di cui trat­ta; lo stes­so vale se hai scel­to una pagi­na tema­ti­ca.

La Reda­zio­ne si riser­va di non accet­ta­re tito­li crip­ti­ci, offen­si­vi, com­mer­cia­li o comun­que già impie­ga­ti da altri. Per capi­re se qual­cun altro nel web sta già usan­do il tuo tito­lo, fai una pro­va: apri un social media a caso e inse­ri­sci il nome del blog con l’hastag davan­ti e sen­za spa­zi tra le paro­le (#nome­del­blog).

È tut­to. Invia il form. La Reda­zio­ne ti rispon­de­rà in un paio di gior­ni.

 

5) SCRIVI IL POST D’ESORDIO

Nel frat­tem­po puoi già ini­zia­re a lavo­ra­re al tuo pri­mo post: fai login, vai sul­la ban­da nera in alto e clic­ca su Nuo­vo arti­co­lo. Se pre­fe­ri­sci puoi pre­pa­rar­lo in Word, e quin­di copia-incol­lar­lo con le com­bi­na­zio­ni CTRL+ALT+C e CTRL +ART+V.

Il pri­mo post del blog è sem­pre un post spe­cia­le, che rac­con­ta ai let­to­ri cosa tro­ve­ran­no nei post suc­ces­si­vi. Le infor­ma­zio­ni da inse­ri­re nel post d’esordio sono:

  • l’argo­men­to del blog (puoi rie­la­bo­ra­re le 100 paro­le in qual­co­sa di più ampio);
  • chi sei (una tua bre­ve bio­gra­fia);
  • uno spoi­ler dei pros­si­mi post;
  • un assag­gio (ad esem­pio, se il tuo blog è un blog foto­gra­fi­co, puoi pre­sen­ta­re le foto che più ti rap­pre­sen­ta­no);
  • …oppu­re stu­pi­sci i let­to­ri con qual­co­sa che non han­no pre­vi­sto di leg­ge­re!

 

Fin qui abbia­mo visto come atti­va­re un blog. Nel­la pros­si­ma gui­da vedre­mo come gestir­lo.

 

(aggior­na­to: 22 dicem­bre 2016).

 

Foto del profilo di Antonello Anappo
È il curatore di questo portale. Fa di tutto un po’: scrive, mette on line e cerca nuove idee.