Da oggi, in occa­sio­ne del­la fine dell’anno 2016 e in pros­si­mi­tà dell’inizio del 2017, pub­bli­che­re­mo una serie di ana­li­si sull’XI muni­ci­pio, basa­te sul recen­te stu­dio Pri­mo Rap­por­to sta­ti­sti­co sull’Area metro­po­li­ta­na roma­na.

 

Roma: un piccolo Stato

Ci sono infor­ma­zio­ni sor­pren­den­ti. Ad esem­pio la nume­ro­si­tà del­la popo­la­zio­ne del­la Cit­tà metro­po­li­ta­na di Roma (la vec­chia Pro­vin­cia di Roma, ndr) si avvi­ci­na alla popo­la­zio­ne tota­le di alcu­ni pae­si dell’Unione euro­pea, come la Repub­bli­ca d’Irlanda (4.591.087), la Croa­zia (4.262.140) e la Fin­lan­dia (5.426.674), ed è supe­rio­re a quel­la del­le prin­ci­pa­li aree metro­po­li­ta­ne euro­pee, come Pari­gi (2.249.977), Madrid (3.233.527) o Ber­li­no (3.501.872). In bas­so un con­fron­to gra­fi­co del­le map­pe:

 

popolazione_1 popolazione_2

 

Dia­mo uno sguar­do glo­ba­le alla sche­da di Roma Capi­ta­le:

 

popolazione_3

 

La popolazione dei municipi

Ebbe­ne, abbia­mo 2.864.731 resi­den­ti al 31 dicem­bre 2015. Secon­do i dati di ana­gra­fe, a quel­la data il muni­ci­pio più popo­lo­so (il VII) ha un nume­ro di resi­den­ti pari a 307.607, cifra para­go­na­bi­le alla cit­tà di Cata­nia, men­tre il meno popo­lo­so è l’VIII, che con i suoi 131.082 abi­tan­ti è para­go­na­bi­le a Fer­ra­ra.

Le mor­ti supe­ra­no le nasci­te: abbia­mo un costan­te aumen­to degli stra­nie­ri resi­den­ti a Roma, pari al 4,6%, con una Comu­ni­tà rome­na che inci­de per il 24,3% sull’intera popo­la­zio­ne stra­nie­ra.

Vedia­mo il det­ta­glio per i muni­ci­pi, com­pre­so il nostro l’XI che ha una popo­la­zio­ne pari a 154.871 abi­tan­ti.

 

popolazione_4

 

 

Arvalia: età media 45 anni

Pro­se­guia­mo nell’analisi det­ta­glia­ta per Arva­lia. Se ana­liz­zia­mo la distri­bu­zio­ne per fasce d’età (per­cen­tua­le di popo­la­zio­ne 0 – 14 anni, 15 – 64 anni, 65 anni e più) abbia­mo un’età media di qua­si 45 anni, quin­di un ter­ri­to­rio non gio­va­nis­si­mo. Infat­ti negli ulti­mi anni la popo­la­zio­ne di età supe­rio­re a 65 anni è cre­sciu­ta più che pro­por­zio­nal­men­te rispet­to alla popo­la­zio­ne tota­le.

 

popolazione_5

 

 

Nel­la tabel­la in bas­so c’è un’ulteriore sud­di­vi­sio­ne in fasce d’età. Le fasce elen­ca­te sono impor­tan­ti per­ché rive­sto­no una par­ti­co­la­re rile­van­za in ter­mi­ni di gestio­ne e pro­gram­ma­zio­ne dei ser­vi­zi: nel­lo spe­ci­fi­co, le clas­si 0 – 2 e 3 – 5 anni costi­tui­sco­no un rife­ri­men­to per asi­li-nido e scuo­le pri­ma­rie, la clas­se 0 – 17 anni per i ser­vi­zi ai mino­ri e la clas­se 65+ per i ser­vi­zi dedi­ca­ti agli anzia­ni. Abbia­mo quin­di valo­ri asso­lu­ti e per­cen­tua­li per le seguen­ti fasce: 0 – 2 anni, 3 – 5 anni, 0 – 17 anni, 65 e più. In que­sta rap­pre­sen­ta­zio­ne il tas­so di incre­men­to del­la fascia 65 anni e più è quel­lo mag­gior­men­te soste­nu­to.

 

popolazione_6

 

 

Meno bimbi, più over65

Ci sono altri valo­ri non indi­ca­ti in tabel­la signi­fi­ca­ti­vi. Nel nostro muni­ci­pio c’è sta­to un decre­men­to del -3,2% (al 2015, rispet­to al 2006) del­la popo­la­zio­ne in età 0 – 2; e un sen­si­bi­le aumen­to +12,2% (nel­lo stes­so perio­do) del­la popo­la­zio­ne in età 65+.

Un altro aspet­to inte­res­san­te è den­si­tà abi­ta­ti­va e vari indi­ci.

Indi­ce di vec­chia­ia = popo­la­zio­ne di 65 anni e più /​ popo­la­zio­ne mino­re di 14 anni * 100

Anzia­ni per bam­bi­no = pop. di 65 anni e più /​ pop. mino­re di 6 anni

Indi­ce di ricam­bio = popo­la­zio­ne di età com­pre­sa tra 60 – 64 anni /​ popo­la­zio­ne di età com­pre­sa fra 15 – 19 anni * 100

 

popolazione_7

 

 

Le famiglie

Vedia­mo ora la con­si­sten­za e com­po­si­zio­ne del­le fami­glie roma­ne. La qua­si tota­li­tà del­la popo­la­zio­ne roma­na vive in fami­glia, e solo l’1% in con­vi­ven­za (si trat­ta per lo più di con­vi­ven­ze reli­gio­se, mili­ta­ri e isti­tu­ti di cura o lun­go­de­gen­za). La dimen­sio­ne media del­le fami­glie roma­ne è di 2,1 com­po­nen­ti, un valo­re pres­so­ché in linea con il dato nazio­na­le (2,3 al 2015).

Ma vedia­mo il det­ta­glio del nostro muni­ci­pio, ovve­ro nume­ro dei com­po­nen­ti e nume­ro tota­le del­le fami­glie.

 

popolazione_8

 

 

La popolazione straniera

Dia­mo uno sguar­do all’incidenza del­la popo­la­zio­ne stra­nie­ra nel nostro muni­ci­pio. Innan­zi­tut­to c’è da dire che La popo­la­zio­ne stra­nie­ra resi­den­te a Roma iscrit­ta in ana­gra­fe al 31 dicem­bre 2015 risul­ta pari a 364.632 uni­tà, con un’incidenza del 12,7% cir­ca sul tota­le del­la popo­la­zio­ne resi­den­te. Il flus­so di stra­nie­ri in entra­ta nel­la Capi­ta­le ha sem­pre pre­sen­ta­to un trend cre­scen­te, con una varia­zio­ne nega­ti­va regi­stra­ta sol­tan­to tra il 2012 e il 2013, in cor­ri­spon­den­za del­la Revi­sio­ne ana­gra­fi­ca. A par­ti­re dal 2013 si assi­ste ad un nuo­vo incre­men­to del­la popo­la­zio­ne stra­nie­ra nel­la Capi­ta­le (+0,6% tra il 2013 e il 2015). L’incidenza che la popo­la­zio­ne stra­nie­ra ha sul­la popo­la­zio­ne tota­le si atte­sta anco­ra una vol­ta su valo­ri ele­va­ti (12,7%) supe­rio­re di ben 4,4 pun­ti per­cen­tua­li rispet­to alla media regi­stra­ta a livel­lo nazio­na­le (8,3%).

 

popolazione_9

 

 

Ma vedia­mo l’incidenza del­la popo­la­zio­ne stra­nie­ra sull’intera popo­la­zio­ne e un det­ta­glio per il nostro muni­ci­pio, che è pari al 12,6%

 

popolazione_10

 

 

Le comunità

Nel­lo spe­ci­fi­co valu­tia­mo le pri­me 15 nazio­na­li­tà più pre­sen­ti nel muni­ci­pio.

 

popolazione_11

 

 

L’aspetto più rile­van­te nel nostro ter­ri­to­rio rispet­to alla inte­ra cit­tà di Roma è la pre­sen­za di una nutri­ta comu­ni­tà di Egi­zia­ni rispet­to ad altri. Infat­ti nei Muni­ci­pi V, VIXI appun­to si con­cen­tra cir­ca il 43% di egi­zia­ni. Per curio­si­tà infat­ti (dati non pre­sen­ti in tabel­la) la comu­ni­tà ben­ga­le­se (il 52% cir­ca) e quel­la cine­se (il 58% cir­ca) si con­cen­tra­no per lo più nei Muni­ci­pi I, V e VI, pro­ba­bil­men­te per­ché lega­ti soprat­tut­to a spe­ci­fi­che for­me di atti­vi­tà auto­no­ma.

Qua­li con­clu­sio­ni pos­sia­mo trar­re? Il nostro muni­ci­pio è ten­den­zial­men­te in linea con gli altri ma con pun­te supe­rio­ri per quan­to riguar­da la ter­za età ed infe­rio­ri nel­le nasci­te. Quin­di pur­trop­po invec­chia­mo: le nasci­te cala­no e la popo­la­zio­ne stra­nie­ra aumen­ta, con la spe­ci­fi­ci­tà del­la comu­ni­ta egi­zia­na. Stia­mo diven­tan­do nostro mal­gra­do cosmo­po­li­ti e non potreb­be esse­re diver­sa­men­te, per­ché que­sto è il desti­no di tut­te le metro­po­li, euro­pee e non.

Anco­ra una vol­ta, il dato è trat­to…

Ima­ge Cre­di­ts: Pixa­bay